Loading
EXPOSITION « TORO, GITAN, FLAMENCO »

Toro, Gitan, Flamenco: le passioni spagnole di Jean Cocteau

Un’esposizione che parte dalle amicizie che il poeta ha intessuto nella sua vita.

Dalla sua apertura nel 2011, il Museo Jean Cocteau Collection Séverin Wunderman, tempio dedicato al principe dei poeti, invita il pubblico a scoprire il lavoro del maestro attraverso il proprio lavoro, ma anche e soprattutto attraverso il prisma delle tante amicizie che ha intessuto nel corso del tempo.

Tra viaggi ed incontri

Tra viaggi ed incontri, Cocteau ha costruito e arricchito la sua arte a contatto con altri grandi nomi del panorama artistico del suo tempo. In particolare, con il pittore e scultore Raymond Moretti e il  fotografo Lucien Clergue lavora intorno a una passione comune.

La mostra

La mostra “Toro, gitan, flamenco” è stata inaugurata il 23 marzo ed è aperta fino al 7 maggio: una retrospettiva che esplora il mondo e il lavoro di questo trio di maestri, un  omaggio alla Spagna-Poeta, ai colori e ai ritmi suggestivi. Il percorso museale si fa così molto visuale, tra disegni e tappezzerie, illustrazioni, foto e porterà i visitatori alla scoperta degli accenti e delle scene pittoresche della penisola iberica.

Il tema del toro

La nuova sequenza nello spazio delle mostre temporanee è dedicata in modo particolare al mito mediterraneo per eccellenza, il toro. Una cinquantina d’opere scelte dalla collezione del museo illustra i temi cari a Cocteau sviluppati nell’ultima parte della sua vita, a partire dal 1950. Il prestito di tre ceramiche di una galleria di Cannes completano il percorso. La mostra è anche un omaggio agli amici Lucien Clergue, Raymond Moretti et Jean-Marie Magnan.

Introdotto da Picasso alle arene di Arles e Nîmes, Cocteau è molto presto affascinato dai toreri e dai gitani. Segue regolarmente le corride, meno contestate a quell’epoca rispetto ad oggi. Alcune volte lo stesso Picasso ne organizza. Un viaggio in Spagna permetterà a Cocteau di scoprire Barcellona, Granada, Siviglia e gli ispirerà i testi della Corrida del 1° maggio  (1957) Cocteau, per il quale il Mediterraneo è una sola entità, porta con naturalezza lo spettacolo della corrida alla mitologia greca e risale alle origini antiche della tragedia.

I gitani

Negli anni Cinquanta, una comunità di Gitani si installa ad Arles per il pellegrinaggio a Saintes Maries-de-la-Mer. Pablo Picasso, Lucien Clergue et Jean Cocteau sono ammaliati dal loro universo. Da qui usciranno personalità che diventeranno celebri come Manitas de Plata. Le foto dei gitani di Lucien Clergue sono in mostra. Cocteau ne ha fatto decalcomanie e rivisitate in due opere monumentali ch ha lasciato al sud:  la chapelle Saint-Pierre a Villefranche-sur-Mer et la sala dei matrimoni a Mentone. mariages à Menton. Une des fresques de la chapelle a pour thème le Reniement de saint Pierre. Ce mur s’inspire directement du cliché du photographe représentant une rixe mimée entre Gitans. La fresque Hommage aux Saintes-Maries-de-la-Mer s’inspire du cliché où Manitas de Plata joue pour faire danser une de ses filles.

La Spagna-Poeta

« Il serait tout à fait ridicule de considérer l’Espagne comme un lieu poétique et pittoresque. Elle n’est ni l’une ni l’autre. Elle est davantage. Elle est un poète. Et citerai-je la phrase de Max Jacob qui n’est point simple boutade : « Le voyageur tomba mort, frappé par le pittoresque » ? Livrons les touristes aux coups du pittoresque et vénérons cette Espagne qui, de période en période, met le feu à ce qu’elle adore, ce Phénix qui se brûle lui-même pour vivre. » Jean Cocteau, introduction à La Corrida du 1er Mai, 1957

Ecco come definisce la Spagna Jean Cocteau: la Spagna è avanti, è un poeta, non un luogo poetico e pittoresco.

Dalla corrida al flamenco

Danseurs (Portfolio « Corridas ») Sérigraphie sur papier, 1960
Danseurs (Portfolio « Corridas ») Sérigraphie sur papier, 1960

 

Cocteau et Moretti collaborano ad una serie di litografie delle Corrida  (1963): dalle scene di flamenco in cui i danzatori mimano il combattimento  con il toro alle improvvisazioni cromatiche, il tema della danza e della vitalità prolunga la scoperta intorno al toro. Nell’ immaginario di Cocteau il torero e il toro formano una coppia particolare. Non si sa più chi è l’uomo, chi la donna.

Il poeta scrive a proposito di Luis Miguel Dominguin che vede in un’arena nel 1959, parlando di grazia e prestanza : «Il donne une leçon de tauromachie. Il professe au lieu de combattre. Mais quelle grâce ! Quelle aisance ! Les autres bafouillent et, ne parvenant pas à fixer le taureau, ils courent après et le tirent par la queue. Nuages de poussière et dégoût. Nous suons nos citronnades. »  Le Passé défini, luglio 1959

Al ritmo della corrida procede quello del flamenco. Secondo Cocteau il ritmo del flamenco è dispari ed è questa imparità che permette a questa danza di trionfare nella morte.

Jean Cocteau Etude de danseurs (Barcelone) Lithographie sur papier, 1956-75
Jean Cocteau, Etude de danseurs (Barcelone), Lithographie sur papier, 1956-75

Info

Museo Jean Cocteau – Collection Séverin Wunderman

Mentone

Fino al 7 maggio, tutti i giorni eccetto il martedì e il 1° maggio dalle 10 alle 18 (Tel /  04 89 81 52 50).

Ingresso solo mostra: 5€ – 3.75€ ridotto

Ingresso esposizione prinicipale «Démarche d’un poète » e Bastion : 8 € – 6€ ridotto

Maggiori info qui

 

Leave a Reply


Fatal error: Uncaught Error: [] operator not supported for strings in /home/nicenizz/public_html/wp-content/themes/cozmo/inc/functions/scroll-reveal.php:23 Stack trace: #0 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php(286): cozmo_scroll_reveal('') #1 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php(310): WP_Hook->apply_filters(NULL, Array) #2 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/plugin.php(465): WP_Hook->do_action(Array) #3 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/general-template.php(2761): do_action('wp_footer') #4 /home/nicenizz/public_html/wp-content/themes/cozmo/footer.php(74): wp_footer() #5 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/template.php(722): require_once('/home/nicenizz/...') #6 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/template.php(671): load_template('/home/nicenizz/...', true) #7 /home/nicenizz/public_html/wp-includes/general-template.php(76): locate_template(Array, true) #8 /home/nicenizz/public_html/wp-content/themes/cozmo/single.php(77): get_footer() #9 /home/nicenizz/public_html/wp-incl in /home/nicenizz/public_html/wp-content/themes/cozmo/inc/functions/scroll-reveal.php on line 23