Loading

Mentone, tre giorni di paso doble e asado

“Menton, ma ville est Tango”, in programma dal 14 al 16 settembre, interpreta alla perfezione sentimenti e stati d’animo estremi, con seduzione e nostalgia, con passione e malinconia, tipici del ballo nato alla fine del 1800 nei sobborghi di Buenos Aires.

Una tre giorni di passione, di sensualità, di paso doble e abbracci appassionati a Mentone che prende il via con il concerto dei Los Milonguitas Tango, trio formato Pablo Murgier al piano, Simone Toloméo al bandonéon e Sébastien Noya al contrabbasso, influenzato dai grandi orchestre del periodo d’oro (Di Sarli, D’Arienzo, Calò).

Le versioni adattate dal trio con lo stile dei milongueros più prestigiosi e sotto la costante consulenza di diversi insegnanti di danza e DJ internazionali  evocano sia i “lupanares”, sia i bar dei quartieri popolari, fino ai locali esclusivi delle metropoli del nuovo millennio. La sera successiva sarà la volta dei Tango Spleen, formazione parmense fondato e diretta  dal musicista argentinoMariano Speranza, con Francesco Bruno al bandonenon e Andréa Marras al violino, dando voce all’andamento languido e struggente del tango, che fonde sul piano ritmico e musicale influenze differenti, dall’habanera cubana alle desolate cadenze del candombe, la musica percussiva degli schiavi, la milonga.

Domenica 16 si esibiranno invece i Taxxi Tango XXI, un’orchestra fondata dal bandoneonista Pablo Gignoli, che dà un’interpretazione contemporanea del tango. Prevista anche “Après-midis Tango”, corso per debuttanti,  apéro-tango e cena argentina, ala scoperta di specialità culinarie come l’asado, alfajores e empanadas.

Maggiori info

“Menton, ma ville est tango”, dal 14 al 16 settembre. Palais de l’Europe – Forum de France, 8 Avenue Boye, Mentone. Ing.15-18 euro.

Info al sito www.tango-menton.fr

 

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: